workimg

APRIRE UNA SEDE SECONDARIA DI UNA SOCIETÀ ITALIANA IN RUSSIA

Attraverso accordi di collaborazione con un primario Studio legale russo, lo Studio è in grado di assistere la propria clientela italiana nell’apertura di sedi secondarie di società italiane in Russia.

Per sede secondaria si intende una mera estensione della casa madre, priva di soggettività giuridica separata rispetto a quella della società che istituisce la sede secondaria. Pertanto, l’apertura di una sede secondaria in Russia non comporta in alcun modo la costituzione di una società di diritto russa controllata dalla società italiana.

Che cos’è una sede secondaria?

Una sede secondaria può essere definita come la longa manus della casa madre italiana, in quanto non assume una personalità giuridica autonoma e separata rispetto a quella della casa madre.

Qual è la legge applicabile alla sede secondaria russa di una società italiana?

La società continuerà a essere interamente assoggettata al diritto societario italiano, con esclusione dell’applicazione della legge russa. Ciononostante, la sede secondaria deve essere iscritta presso il Registro delle imprese russa (Companies House) ed è assoggettata ad alcuni obblighi di pubblicità degli atti sociali presso il Companies House nonché all’obbligo di nominare un rappresentante della sede secondaria.

Sotto il profilo tributario, l’apertura di una sede secondaria comporta la creazione di una stabile organizzazione che sarà assoggettata alla tassazione russa per il reddito prodotto in Russia. Da ciò ne consegue l’obbligo di tenere una contabilità separata per la sede secondaria nonché di depositare il bilancio della casa madre italiana anche in Russia. I rapporti tra la casa madre italiana e la stabile organizzazione russa sono regolati secondo quanto previsto dalla Convenzione bilaterale tra l’Italia e il Regno Unito contro la doppia imposizione fiscale.

Quando è richiesto a una società italiana di aprire una sede secondaria in Russia?

Ogni volta la società fissi la sua attività principale oppure una stabile organizzazione in Russia. In tal caso, la società italiana dovrà iscrivere l’apertura di una sede secondaria presso il Registro delle imprese russa (

Companies House

) entro il termine di un mese dall’inizio della sua operatività nel territorio.

Una società italiana con sede secondaria in Russia può aprire un conto corrente in Russia?

Assolutamente si.

Quali sono i documenti e le informazioni necessarie per l’apertura di una sede secondaria in Russia?

Ai fini dell’apertura di una sede secondaria di una società italiana in Russia, sarà necessaria:

(i)     una delibera dell’organo amministrativo della società italiana che istituisce la sede secondaria e nomina un rappresentante della sede secondaria;

(ii)   una visura della società italiana ed una copia dello statuto debitamente tradotti in russo e apostillati.

Per ulteriori informazioni in merito all’apertura di una sede secondaria in Russia contattaci al numero +39 02 36 63 86 10.